PRIMA ESPERIENZA IN FARM: FATTA E ARCHIVIATA

Dopo 21 giorni passati a raccogliere mirtilli finalmente torno alla civiltà!

Sto tornando a Brisbane in questo momento… diciamo che come prima esperienza in farm è bastata!

Ho deciso di spostarmi perché inizia ad essere veramente troppo caldo qui e lavorare 8\10 ore sotto il sole a 30 e passa gradi non è proprio il massimo… soprattutto se non hai mai una pausa o un momento per riprendere fiato!

hvOGDVXxQKapn40sVayPeA

Intanto siamo a -67 giorni di farm, che detta così è un po’ scoraggiante in effetti, ma sempre meglio che -88 dai!

1ZqXmK0kQDSZbZpEAHdP3g

Qualcosina ho fatto pure io! Diciamo però che per un po’ di mirtilli non ne voglio più vedere! Me li sogno pure di notte!

Che dire poi di questa prima esperienza… tutto sommato non è stata del tutto negativa, caldo e fatica a parte!

Ovviamente è pur sempre un lavoro agricolo, quindi non il massimo del divertimento, ed essendo in un posto isolato non ho mai fatto nulla di entusiasmante, a parte il weekend che ho trascorso ad Harvey Bay, spiaggia favolosa da cui si parte per Fraser Island.

zXfvK9tYQEKZxbmDmMytRw

Non posso dire di essere stata male o di aver vissuto un’esperienza particolarmente negativa come purtroppo a tanta gente accade… sento spesso (molto spesso) storie orribili circa lavori in farm, ostelli che ti sfruttano, farmer arroganti, soldi mai arrivati e chi più ne ha, più ne metta!

Io per lo meno ho avuto il mio stipendio corretto e puntuale, le mie payslip (buste paga) che servono per il conteggio degli 88 giorni necessari per la richiesta del II visto, i manager della farm erano gentilissimi così come il personale in ostello, quindi non mi lamento.

Cosa posso trarre da questi 21 giorni?

Innanzitutto ho guadagnato qualcosa e ho iniziato a fare il countdown dei giorni di farm, poi ovviamente posso dire che è stata sicuramente un’esperienza che mi ha fatto capire molte cose, mi ha messa alla prova, mi ha fatto capire che se voglio una cosa la posso ottenere, a costo di fare tanta fatica.

Ho imparato cosa significa guadagnarsi lo stipendio, anzi, permettetemelo: “sudarsi lo stipendio”!

Ho imparato a non dare importanza a tante cose, a non badare a lucertole o insetti che si infilavano in ogni parte della stanza,  ai piedi che affondavano letteralmente nel fango mentre lavoravo dopo una giornata di pioggia… ho imparato a non dare tanta importanza a cose effimere a cui invece badavo prima insomma.

E sono felice.

Sono felice perché questo è solo l’inizio di un percorso che mi sta facendo capire realmente chi sono e chi posso essere.

Mi sta facendo capire che posso essere molto di più di quello che penso, ed è una cosa bellissima questa.

Ci sono stati tanti giorni di pianti e crisi isteriche, giorni che avrei solamente voluto gettare la spugna e tornarmene a casa…ma penso che siano più che normali, siamo umani d’altronde.

Oltretutto credo che viaggiare da soli sia tanto bello quanto difficile, soprattutto certe volte, quando magari avresti solo bisogno di un abbraccio, di una parola di incoraggiamento sussurrata nell’orecchio, di un bacio sulla fronte o di un semplice sguardo di chi ami.

eUsBysvkTMaCpjglEbgBDw

Dover affrontare certe situazioni da soli non è per niente facile… ma va bene così! E’ grazie a queste cose che si può crescere e diventare più forti!

E ora? Che faccio?

Ve lo svelerò prossimamente!

SEE YAA GUYS!

fullsizeoutput_22a2.jpeg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: